Nizza. Attivo il servizio wi-fi gratuito. Il consigliere D’Arrigo chiede l’estensione in altri quartieri

NIZZA DI SICILIA – “Una proposta concreta, fattibile e di vantaggio per tutti. Queste le parole con le quali qualche mese addietro avevamo presentato l’idea di realizzare una rete wi-fi  nel territorio di Nizza, ed oggi possiamo dire che avevamo visto giusto”. Così Giacomo D’Arrigo, consigliere comunale a Nizza di Sicilia e primo firmatario della mozione che ha proposto la realizzazione di una rete di accesso gratuito ad internet nel territorio comunale.
“Dopo l’approvazione in Consiglio della mozione da noi proposta – continua D’Arrigo – da qualche settimana a Nizza è possibile navigare gratuitamente su internet, uno strumento oggi indispensabile per singoli cittadini, aziende, strutture private ed uffici il cui utilizzo è sempre più necessario per lavorare, informarsi e comunicare, per questo invito il Comune a verificarne la funzionalità e dare una forte diffusione e pubblicità di questo servizio che potrà ritornare utile a tutti”.
Attualmente sono sei la “zone” dove è possibile navigare: piazza Col. Interdonato, piscina comunale, scuola materna, scuole medie, tiro a volo, auditorium e per farlo occorre registrarsi presso l’ufficio anagrafe del Comune che rilascerà una password permettendo così l’accesso alla rete internet.
“Adesso – continua D’Arrigo – per offrire un servizio completo ai nostri cittadini, chiediamo all’Amministrazione di compiere altri tre passi importanti: che tale servizio venga esteso prima possibile ad altre zone tra le quali i quartieri San Giovanni e Casapinta, il lungomare con la spiaggia libera: con l’arrivo dell’estate quella sarà infatti la strada principalmente frequentata e vissuta. Che il Comune verifichi la possibilità di applicare il recente “decreto Maroni” sulla non obbligatorietà della registrazione per navigare sugli hotspot wi-fi pubblici. Che si coinvolgano gli esercizi commerciali privati (bar, negozi, ect.) che sono luoghi di ritrovo ed incontro per installare anche presso di loro tale tecnologia ed offrire così un servizio aggiuntivo e di a residenti ed operatori economici”.

Leave a Response