S. Teresa. Approvato lo schema di massima del Prg. La minoranza abbandona l’aula

S. TERESA – Con 10 voti favorevoli e nessuno contrario il Consiglio comunale ha approvato, nella seduta di mercoledì sera, lo schema di massima del Prg. È un momento fondamentale: di fatto si è dato il via libera ai progettisti per la stesura finale dello strumento urbanistico. Il sindaco, Alberto Morabito, si è detto orgoglioso di quanto fatto dalla sua maggioranza e ha precisato di non aver ricevuto “pressioni” di alcun tipo. Non è stata una seduta semplice. Poco prima della discussione il presidente, Carmelo Lenzo, ha abbandonato l’aula (al suo posto ha presieduto David Trimarchi). Ma non poteva essere altrimenti viste le polemiche delle ultime settimane tra Lenzo e il sindaco Morabito. Ma lo strappo non si è consumato, anzi sembra proprio che il rapporto possa riallacciarsi. Lenzo e Morabito, infatti, si erano incontrati poco prima della riunione di Consiglio. Al sindaco il presidente ha espresso la volontà di confrontarsi serenamente sul Prg e il dialogo si è dunque riaperto. Di ben altro tenore l’uscita dall’aula della minoranza. Morabito, alla richiesta dell’opposizione di rinviare l’argomento per svolgere prima alcuni incontri pubblici, ha replicato di non aver alcuna intenzione di dialogare, al di fuori delle sedi istituzionali, con una minoranza figlia di quella cultura che ha portato allo sfascio urbanistico la cittadina. Secca la replica: “Il sindaco – ha detto il capogruppo Fabio Palella – persiste nella sua volontà di andare avanti approvando tutto a colpi di maggioranza. La componente politica “Sicilia Vera” nasce nel 2007 e non può essere ritenuta responsabile di scelte politiche sbagliate fatte sin dagli anni 80 quando l’attuale sindaco rivestiva la carica di consigliere comunale”. Prima della votazione sono intervenuti i progettisti, Paolo Costa e Adriano Nicotra, e i consiglieri Pippo Sturiale, Roberto Moschella e Pablo Spadaro.

Leave a Response