Messina. Svincolo di Giostra, inaugurata la galleria “S. Jachiddu”

MESSINA – Il Ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, ha inaugurato oggi pomeriggio a Messina il III lotto del collettore autostradale nord degli svincoli di Giostra, la “galleria S. Jachiddu”, la cosiddetta “canna”, lunga 1096 metri. Alla cerimonia, all’esterno dell’imbocco della galleria (lato Giostra), erano presenti il sindaco Giuseppe Buzzanca, il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, il presidente della Provincia regionale, Nanni Ricevuto, autorità civili e militari, l’Arcivescovo di Messina, mons. Calogero La Piana, che ha benedetto l’opera. Il sindaco Buzzanca ha ringraziato il Ministro “per avere supportato con l’azione del Governo nazionale gli interventi finanziari necessari alla definizione dell’opera ed ha auspicato che nel prosieguo possa esserci attenzione anche per la realizzazione di una seconda galleria”. Il presidente Ciucci ha poi rilevato la fortunata coincidenza dell’apertura della galleria proprio all’indomani della presentazione del progetto definitivo del ponte sullo Stretto di Messina. Infine il Ministro Matteoli, nel portare il saluto del Governo, ha sottolineato che l’apertura del III lotto non è un punto di arrivo ma un punto di partenza per tutte le attenzioni che il Governo dovrà prestare per dotare di infrastrutture necessarie ed adeguate ai tempi tutto il Mezzogiorno. La realizzazione comprende il terzo lotto degli svincoli Giostra Annunziata, cioè il tratto stradale, previsto già con l’accordo di programma, sottoscritto il 19 dicembre del 1989, per collegare il viale Annunziata con lo svincolo autostradale di Giostra (oggetto del primo e del secondo lotto in corso di esecuzione), mediante il tratto in Galleria di circa un chilometro. Oggi ultimata l’opera con il collegamento provvisorio tra Giostra Annunziata, si resterà in attesa della definizione del primo e secondo lotto. Il tratto inaugurato, con caratteristiche di strada urbana di collegamento locale, comprende una corsia per senso di marcia, e per eseguire alcuni interventi residuali, sarà chiuso la notte dalle ore 21 alle 7 del mattino. La velocità massima consentita è di 40 chilometri orari rilevabile con i dispositivi elettrici di misurazione che sono stati istallati lungo il percorso; è esclusa la circolazione dei mezzi pesanti con massa a pieno carico di oltre 3,5 tonnellate e di vetture che trasportano esplosivi o prodotti facilmente infiammabili; le due corsie sono delimitate nella mezzeria da indicatori flessibili verticali; non sarà consentita la circolazione pedonale o ciclistica, come dalla segnaletica orizzontale e verticale collocata lungo la strada.

Leave a Response