Roccalumera. Baby amministratori chiedono una scuola più efficiente

ROCCALUMERA – “Ci siamo messi in gioco non per sentirci superiori agli altri ma per fare una esperienza che ci consente di portare a conoscenza dei nostri amministratori ciò che pensiamo per il bene della nostra scuola e del nostro paese”. E’ uno dei passaggi del discorso di insediamento del baby sindaco di Roccalumera, Sanny Parisi (III media sezione B dell’Istituto comprensivo), avvenuto ieri mattina all’Antica Filanda nel contesto di un Consiglio comunale dei grandi. “Free fly”, volare liberi, è il motto dei baby amministratori (esucutivo e Consiglio dei ragazzi), che dopo la proclamazione e il giuramento hanno sottoposto al sindaco, Gianni Miasi, una serie di problematiche da risolvere. Sanny, con tanto di fascia tricolore, insieme alla sua squadra di assessori (Eva Tusano, Camilla Oliva, Ambra Pirri, Matteo Briguglio e Santina Ciatto), ha puntato l’attenzione innanzi tutto sulla scuola che frequenta “che necessita di una sistemazione delle aule e di riscaldamenti più efficienti. La palestra – aggiunge  – è da migliorare. E poi ci vorrebbe più verde pubblico intorno al plesso”. Per il resto chiedono in coro “un paese a misura d’uomo”. “Saremo attenti alle loro istanze”, ha replicato Miasi.  Alla cerimonia erano tra gli altri presenti il referente del progetto, padre Santino Caminiti e il dirigente scolastico, Enza Interdonato.

Leave a Response