Rifiuti: liquidazione Ato e piano rientro per Comuni e personale. Presto la nomina dei soggetti liquidatori

PALERMO – I Consorzi e le Societa’ d’ambito dovranno nominare il soggetto liquidatore entro 30 giorni dalla data di pubblicazione, nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana. E’ questo il contenuto della circolare emanata dall’assessore all’Energia e ai Servizi di pubblica utilita’, Giosue’ Marino. In caso di inosservanza, ferme restando le responsabilita’ penali e contabili, l’assessore provvedera’ alla nomina in via sostitutiva. I liquidatori dovranno quantificare debiti e crediti dei Consorzi e delle Societa’ d’ambito maturati al 31 dicembre 2010, accertare le percentuali di copertura dei costi di gestione del servizio delle precedenti Autorita’ e quantificare le quote che gli utenti hanno versato come Tia o Tarsu. Crediti e debiti pregressi dovranno essere riportati al 31 dicembre 2010, in modo da consentire il rispetto del principio della “par condicio creditorum”. Liquidatori ed eventuali commissari, fino al definitivo avvio del servizio di gestione integrata dei rifiuti, sono tenuti a garantire la continuita’ del servizio e il pagamento dei debiti, con il divieto di procedere a nuove operazioni che potrebbero compromettere o distrarre le risorse destinate in via esclusiva alle esposizioni debitorie.
La circolare contiene linee guida per attuare le disposizioni della legge regionale 9 dell’8 aprile 2010, che disciplina la riforma in Sicilia della gestione integrata dei rifiuti, la messa in sicurezza, la bonifica e il ripristino ambientale dei siti inquinati, nel rispetto della salvaguardia della salute pubblica e della tutela dell’ambiente.

Leave a Response