Anci Giovani, anche a Messina e Reggio Calabria la scuola di governo per amministratori under 35

MESSINA – Piano per il Sud, sviluppo del Mezzogiorno e federalismo fiscale sono i temi al centro del doppio appuntamento della Scuola di Governo per Giovani Amministratori, organizzata da Cittalia Fondazione Anci Ricerche per Anci Giovane in collaborazione con il Ministero della Gioventù per il 30 novembre alla Sala Santa Maria Alemanna a Messina in mattinata e al Palazzo San Giorgio di Reggio Calabria nel pomeriggio.
“Sviluppo del Mezzogiorno” è il titolo dell’iniziativa rivolta agli amministratori locali under 35 che partecipano alla Scuola di governo organizzata dal centro studi dell’Anci con quattro seminari tematici che intendono migliorare le competenze gestionali di chi opera nei contesti comunali.
Dopo i primi due eventi dedicati ai temi della competitività delle aree urbane e alla democrazia locale, a Messina si discuterà delle prospettive di sviluppo delle due sponde dello Stretto con il contributo scientifico dell’economista Gianfranco Viesti mentre nel pomeriggio a Reggio Calabria parteciperanno al dibattito il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, il sindaco di Cosenza Salvatore Perugini, il sindaco di Potenza Vito Santarsiero, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Raffa e Marco Siclari di Anci Giovane.
“La scelta di organizzare questa giornata di formazione in due diverse città del Sud che fanno parte dell’unica area metropolitana dello Stretto testimonia da parte degli amministratori più giovani una capacità di innovazione e una approccio nuovo alle tematiche dello sviluppo del Sud – afferma Giacomo D’Arrigo, coordinatore nazionale di Anci Giovane – Nel Mezzogiorno infatti c’è una classe dirigente nuova, giovane, pronta alle sfide della responsabilità e dell’ammodernamento della parte più debole del paese che sarà determinante per il rilancio dell’Italia”.
L’ultimo appuntamento della Scuola di Governo per Giovani Amministratori avrà luogo a Viterbo il 16 dicembre e riguarderà l’Europa, alla presenza di Giovanni Di Stasi, già presidente del Consiglio dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa.

Leave a Response