Regione. Politiche abitative, Rinaldi (Pd) propone l’abolizione dell’Iacp

PALERMO – “La soppressione degli Istituti Autonomi per le Case Popolari ed il trasferimento ai Comuni, nel cui ambito territoriale insistono, del loro patrimonio e dei compiti fin qui ad essi affidati”. E’ uno dei punti più importanti del Disegno di legge contenente Norme per una nuova politica abitativa di rigenerazione urbanistica ed ambientale del territori, presentato dal vice capogruppo del Partito Democratico all’Ars, Franco Rinaldi.
“Il recupero dei centri degradati della nostra regione  – sostiene Rinaldi – ha bisogno di un modello sociale innovativo che coinvolga e sostenga idee, energie e risorse che provengono anche dal privato, soprattutto in carenza di risorse pubbliche a disposizione”.
Il Ddl, infatti, prevede: un patto sociale pubblico e privato attraverso la promozione del partenariato sociale e del project financing come metodo per affrontare adeguatamente le politiche abitative di riqualificazione dei centri urbani e periferici degradati e delle aree dismesse”, Programmi integrati di rigenerazione urbana e di sviluppo volti a promuovere la riqualificazione urbanistica ed ambientale delle aree degradate, l’istituzione del Fondo immobiliare etico per l’housing sociale come strumento strategico per le politiche abitative volto a favorire i ceti più deboli, l’istituzione dell’Osservatorio regionale sulle politiche abitative, uno strumento tecnico-operativo che consenta di conoscere con tempestività e accuratezza le evoluzioni di una domanda abitativa dinamica e in continua trasformazione e di intercettare l’articolazione dei bisogni emergenti.

Leave a Response