Alluvione del 1. ottobre. Straordinari non pagati, i Vdf scioperano il 2 dicembre

PALERMO – I sindacati regionali dei vigili del fuoco di Cgil, Cisl, Uil, Confsal e Rdb, hanno annunciato per il 2 dicembre una seconda giornata di sciopero regionale dopo quella celebrata l’altro ieri, mercoledì 10. Motivo: sono “insoddisfatti” dell’esito del confronto svoltosi oggi a Palazzo d’Orleans, con i vertici di Regione, Protezione civile e Dipartimento dei vigili del fuoco. Il punto, fanno sapere, è che “non sono stati precisati i tempi dell’erogazione”. Per di più, ai sindacati è stato detto che le casse del dipartimento della Protezione civile siciliana saranno rimpinguate non appena saranno sbloccati i fondi Fas per la Regione, dal governo nazionale. Così, “pur apprezzando la mediazione dell’assessore ai Servizi di pubblica utilità Giosuè Marino e la disponibilità del commissario delegato della Protezione civile, Pietro Lo Monaco”, rivendicano “rispetto e certezze”. Cgil, Cisl, Uil, Confsal e Rdb, intraprenderanno anche “tutte le iniziative utili a che le aspettative dei professionisti del soccorso, abbiano adeguato riscontro”. Per questo hanno pure chiesto un nuovo confronto con il dipartimento nazionale dei vigili del fuoco. Al dicastero dell’Interno “chiediamo – rimarcano – che si assuma oneri e responsabilità in favore dei propri dipendenti”.

Leave a Response