Sicilia. L”’avanzata” dei consulenti negli Enti locali, spesi ben 159 milioni lo scoro anno

 Ben 159 milioni di euro spesi durante lo scorso anno e dieci nuovi incarichi conferiti dalla Regione Sicilia nelle ultime due settimane. Sono i dati relativi alle consulenze richieste dagli enti locali dell’Isola e riportati nel numero di questa settimana di ”ASud’Europa”, la rivista del Centro Pio La Torre. In totale sono 14.169 gli incarichi affidati a consulenti dagli enti siciliani e riportati nelle oltre duemila pagine del dossier ”Trasparenza” del ministero dell’Innovazione Pubblica. Un aumento del 5% rispetto ai coferimenti di incarichi relativi al 2008.

Sono i Comuni della provincia di Catania i più “spendaccioni” in tema di consulenze. Oltre 4 milioni di euro spesi nel corso del 2009. I comuni catanesi sono davanti a quelli della provincia di Trapani, con 3,5 milioni di euro e a quelli del palermitano, con 3,3 mlioni. Sul dato, va detto, influiscono i 64 e i 53 comuni delle provincie rispettivamente di Messina e di Palermo che non hanno ancora comunicato i dati relativi agli incarichi esterni assegnati. Tra questi spicca il comune di Messina, l’unico tra quello delle grandi città a non aver fornito i dati al Ministero.
Le grandi Province sono in fondo alla classifica con Catania che si attesta a 736.217 euro. A Palermo la spesa è stata di 180.938 euro, 79.000 dei quali spese per le attività di rapporto di carattere politico-istituzionale con gli organi di informazione. Appena 38.000 euro spesi dalla Provincia di Messina, 33.000 dei quali versati al Policlinico universitario per prestazioni sanitarie specialistiche.

 

 

 

Leave a Response