Unione dei Comuni Valli Joniche, quattro progetti per il rilancio

S. TERESA DI RIVA – L’Unione dei Comuni delle Valli Joniche e dei Peloritani si rimette in moto dopo un lungo «letargo». E lo fa puntando su quattro opere ritenute strategiche per lo sviluppo del territorio, che abbraccia i paesi rivieraschi da Roccalumera a Sant’Alessio più quelli interni delle valli del Dinarini (Pagliara e Mandanici) e dell’Agrò (Savoca, Casalvecchio, Forza d’Agrò, Limina, Antillo e Roccafiorita).
«Stiamo puntando su tre interventi – spiega il presidente del Consiglio dell’Unione, Romualdo Santoro – e su di essi rimarremo concentrati. Su tutti, lo svincolo autostradale della Valle dell’Agrò, ormai improcrastinabile considerato lo sviluppo demografico che si è registrato in particolare a Santa Teresa negli ultimi lustri. Contestualmente servirebbe tutti i paesi dell’entroterra, i cui automobilisti per imboccare l’A/18 devono recarsi a Roccalumera o a Taormina, intasando peraltro la viabilità dei centri che attraversano».
Il secondo obiettivo è rappresentato dall’Intervalliva. «Una strada mare-monti – evidenzia Santoro – da utilizzare anche quale via di fuga per i comuni che vanno da Sant’Alessio a Roccafiorita».
Infine il porticciolo e un altro progetto ritenuto utile da vent’anni e mai realizzato: il collegamento dei lungomare tra i paesi rivieraschi. «Si parla di un porticciolo da realizzare a Nizza e un altro tra Santa Teresa e Sant’Alessio. Credo che due – chiosa il presidente – non li faranno mai. E’ impensabile. Quindi bisogna trovare una soluzione». Santoro si dice ottimista. «Per quanto riguarda le due opere che riteniamo più urgenti, lo svincolo e l’intervalliva – puntualizza – sono stati fatti importanti passi in avanti. L’Unione ha incontrato i vertici del Consorzio autostrade siciliane nelle scorse settimane e, insieme, stiamo valutando il progetto preliminare dello svincolo dell’Agrò. In merito all’Intervalliva, invece, il 4 agosto i sindaci dei centri interessati e il Prusst Valdemone hanno siglato un protocollo d’intesa finalizzato alla redazione preliminare del progetto. Insomma, qualcosa comincia a muoversi».

Leave a Response