Giardini. Ingegnosa ma inefficace ”trovata”, nascondeva la droga anche in bocca: in manette cuoco di 39 anni

GIARDINI – Nel tentativo di farla franza, ha nascosto la droga anche in bocca. Ma non è bastato. I carabinieri della compagnia di Taormina hanno arrestato un cuoco di Giardini Naxos, Corrado Pietrocitto, 39 anni, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’intervento dei carabinieri è scattato quando l’uomo, a bordo della sua autovettura, è stato notato sfrecciare a forte velocità sul lungomare di Giardini.
Immediatamente, i militari della gazzella dell’Arma lo hanno seguito sino a quando non si è fermato in un’area di parcheggio dove è stato bloccato. È stato a quel punto che i carabinieri, dopo essersi avvicinati, hanno notato che il 39enne aveva “qualcosa” di strano in bocca, poi risultata una confezione di “cocaina”.
I militari hanno quindi effettuato una perquisizione personale rinvenendo nei pantaloni un’altra dose della medesima sostanza, la somma contante di 250 euro ed altre due dosi di cocaina che erano nascoste nella biancheria intima. La perquisizione è stata estesa anche all’abitazione di Pietrocitto, dove i carabinieri hanno trovato un vero e proprio “laboratorio” per il confezionamento della sostanza stupefacente. Sul piano cottura, infatti, i militari hanno recuperato e sottoposto a sequestro una busta con circa 170 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, 4 pasticche di ecstasy, una dose di marijuana, un bilancino elettronico e varie buste in plastica pronte per essere utilizzate come involucri per le singole dosi di droga.
La cocaina, opportunamente repertata sarà inviata al Ris di Messina per le analisi qualitative e quantitative. Dopo l’arresto, Pietrocitto, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Messina, è stato quindi tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.

Leave a Response