Fiumedinisi. Stalking nei confronti dell’ex convivente, arrestato rumeno di 33 anni

FIUMEDINISI. I carabinieri della stazione di Fiumedinisi hanno arrestato, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Messina, un cittadino rumeno di 3 33 anni, Mircea Suraj Turcanu 33 anni, residente a Fiumedinisi ma domiciliato a Rocchenere, frazione di Pagliara, ritenuto responsabile del reato di “stalking” nei confronti della sua ex convivente, anche quest’ultima di nazionalità polacca. L’uomo era già stato arrestato lo scorso agosto per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello. Nella circostanza, i militari dell’Arma erano intervenuti presso l’abitazione del 33enne a seguito di una segnalazione telefonica in cui un privato cittadino aveva segnalato che presso il domicilio del cittadino rumeno era in corso una violenta lite familiare. Successivamente all’arresto, nell’udienza tenutasi presso il Tribunale di Messina, il 37enne rumeno era stato condannato, a seguito di patteggiamento, alla pena di sei mesi di reclusione. A settembre, la ex convivente del 37enne, a seguito delle reiterate minacce – anche di morte – e molestie da parte del rumeno, aveva sporto  denuncia-querela riferendo che l’uomo le causava uno stato d’ansia e di paura tanto da ingenerarle un fondato timore per la sua incolumità e per quella dei suoi figli e che, da ultimo, la aveva determinata nell’assumere la decisione di interrompere la relazione sentimentale con lo stesso. Sempre secondo quanto riferito dalla donna, in alcune circostanze, il 33enne l’avrebbe altresì minacciata, armato di coltello, al fine di indurla a seguirlo presso la sua l’abitazione. Nei giorni scorsi, pertanto, il magistrato della Procura della Repubblica di Messina, titolare dell’indagine, concordando pienamente con le risultanze investigative dei carabinieri di Fiumedinisi, ha avanzato al Gip del locale Tribunale la richiesta di applicazione della misura custoditale nei confronti del 37enne. I carabinieri hanno quindi proceduto all’arresto del cittadino rumeno, adesso in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria.<br />

Leave a Response