Cede la carreggiata, chiusa la Provinciale Furci-Artale

Il dirigente del IV dipartimento (Difesa suolo, Protezione civile, Viabilità) 1° Distretto della Provincia, l’ing. Giuseppe Celi, ha disposto la chiusura della strada che collega Furci ad Artale. Il provvedimento si è reso necessario a causa del cedimento della carreggiata. E’ stato indicato un percorso alternativo, attraverso la strada provinciale che attraversa le frazioni santateresine e casalvetine di Misserio, Misitano e Rimiti. “Non sono bastati nemmeno i diversi milioni di euro del piano strade, spesi nei mesi scorsi – dice con tono polemico il consigliere provinciale Giuseppe Lombardo –   a garantire la sicurezza della viabilità interna”. Tira fuori le cifre: “La Sp 25 Roccalumera-Mandanici resta percorribile solo parzialmente e con il pericolo sempre incombente, per gli automobilisti, a causa della continua  caduta di massi. Eppure i lavori, costati 700mila euro – puntualizza Lombardo – sono stati completati da qualche settimana”. E poi la Sp 27, Nizza – Fiumedinisi. “A causa dell’enorme quantità di detriti finita sulla carreggiata – chiosa il consigliere – mercoledì è stato possibile ripercorrerla solo dopo l’intervento dei mezzi attivati dal Comune di Fiumedinsi”. E per finire, l’arteria che collega la frazione scalettese di Guidomandri Superiore (mercoledì rimasta isolata) alla riviera. Si transita, ma la situazione rimane delicata. “Dall’ottobre dell’anno scorso – conclude Lombardo – si attende un intervento di 930 mila euro per la messa in sicurezza”.

Leave a Response