Messina. Forestali senza stipendio da giugno, i sindacati annunciano presidio di protesta

MESSINA – I 2200 lavoratori dell’azienda foreste demaniali della Provincia di Messina dallo scorso giugno non percepiscono lo stipendio. Lo denunciano i segretari generali Cipriano, Mastroeni e Orlando di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil che hanno indetto per venerdì 22 ottobre un presidio di protesta davanti alla sede provinciale dell’Azienda – in via G. Bruno a Messina – a partire dalle 9.
Cgil Cisl e Uil ricordano come il 2010 sia stato un anno difficile per i forestali siciliani: il 13 agosto 2010 sono stati costretti a manifestare contro il licenziamento dei lavoratori impiegati nella stessa struttura. Una lotta che portò alla riassunzione dei lavoratori e ottenne anche un numero maggiore di giornate per l’anno 2010 rispetto all’anno precedente, 165 , 130 e 90 giornate di lavoro.
Il mancato invio da parte del Governo nazionale dei fondi Fas alla Sicilia ha però determinato gravissimi ritardi per il pagamento delle spettanze dei lavoratori dell’azienda foreste  che infatti, solo dopo continue e incalzanti pressioni da parte delle organizzazioni sindacali, percepiranno la retribuzione relativa a giugno entro il prossimo 19 ottobre. Per quanto riguarda invece il pagamento delle retribuzioni del mese di luglio annunciato entro il 23 ottobre, secondo quanto appreso dagli stessi sindacati, slitterà a date successive.
Le segreterie provinciali di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno quindi ritenuto opportuno indire una prima iniziativa di protesta nella forma del Presidio che si terrà il prossimo 22 ottobre proprio davanti alla sede dell’Azienda, nel caso in cui, effettivamente, le retribuzioni di luglio dovessero slittare.

Leave a Response