Giardini Naxos. Ticket per i croceristi che sbarcano a Schisò, si apre il dibattito

GIARDINI NAXOS – Dibattito aperto sulla possibilità, o meno, di istituire il ticket d’ingresso ai croceristi che sbarcano al porto di Schisò. L’associazione «Anfitrite» – coordinata dal colonnello Mario Roma – ha deciso di organizzare una serie di dibattiti e incontri su una materia che sta animando anche gli ambienti politici locali. Certo, è facile percepire come le lussuose navi che si trovano spesso ormeggiate davanti al lungomare Tysandros possano rappresentare un’opportunità di sviluppo per la cittadina giardinese, qualora fosse organizzata anche un’accoglienza diversa. «L’istituzione di una tassa d’ingresso – ha spiegato Roma – è l’extrema ratio. Sarebbe meglio organizzare l’accoglienza dei croceristi e proporre, magari, escursioni che riguardino solo Giardini o che contemplino visite in altre località e ore di sosta anche nella cittadina balneare. Anni addietro siamo stati promotori di varie iniziative in proposito, adesso è il momento di trovare una soluzione, chiedendo la collaborazione delle forze produttive della città».
Non è escluso che presto «Anfitrite» possa chiedere un incontro con il sindaco Nello Lo Turco. Insomma, la battaglia sulla permanenza dei croceristi nella cittadina balneare sembra essere, ufficialmente, iniziata. Va anche considerato, però, che nella vicina Taormina il mito dei «danarosi» ospiti delle navi che solcano il Mediterraneo sembra essere destinato a svanire. Va considerato che il movimento di tanti visitatori rappresenta, comunque, una fonte di sviluppo dell’economia locale. Insomma Giardini, già a partire della prossima stagione turistica, potrebbe muovere i suoi passi per cercare di trovare soluzioni compatibili in questo settore. Taormina, in ogni caso, da anni, tenta, senza riuscirvi, di far aumentare le ore di permanenza nella Perla. Un problema che deve essere discusso, probabilmente, con gli armatori e non certo con le agenzie che operano a livello locale.

Leave a Response