Taormina. Servono quasi 2 milioni di euro per rendere agibile il Palacongressi

TAORMINA – Potrebbe essere necessaria anche una spesa, che va da un milione ad un milione ed 800mila euro, per rendere agibile in maniera definitiva il Palazzo dei Congressi. Cifre, queste, emerse nell’ambito dell’ultima riunione del civico consesso, che sono state rese note da parte dei competenti uffici tecnici di Palazzo dei Giurati ai consiglieri presenti.
Ad essere maggiormente interessata da interventi, dovrebbe essere l’area tecnica, quella che si trova nel seminterrato della struttura congressuale. Insomma, sono necessari ancora sforzi economici ingenti per fare in modo che la struttura possa essere in qualche modo funzionale al 100%, per il momento l’agibilità dei locali viene concessa in deroga. Esiste, però, un progetto di massima, che è stato realizzato seguendo le prescrizioni dei vigili del fuoco che hanno indicato la via da seguire, e che la casa municipale è intenzionata a percorrere.
«Sicuramente – ha spiegato l’assessore al ramo Italo Mennella – adesso è il momento di realizzare un project financing per l’affidamento gestionale della struttura. Si tratta di studiare un piano da affidare ai privati. Questi, sicuramente non saranno quelli che si aggiudicheranno definitivamente la gestione, anche perché la normativa prevede poi una gara finale. Certamente si deve partire, anche perché tale procedura appare quella che viene seguita anche da altre località italiane. Mi sembra un modo di affidamento abbastanza trasparante».
Le dichiarazioni di Mennella hanno anche attivato un forte dibattito, durante i lavori dell’assemblea cittadina, che ancora una volta si è impantanata in interventi di carattere politico senza riuscire ad esitare ancora nulla. E’ stato giudicato dai presenti interessante, sempre dal punto di vista più squisitamente politico, l’intervento del consigliere comunale di “Primavera taorminese”, Antonella Garipoli, che ha detto di essere particolarmente d’accordo con l’azzeramento della Giunta, che è stato annunciato dal sindaco Mauro Passalacqua. I lavori dell’assemblea cittadina proseguiranno. In questo caso, dovranno essere discussi gli emendamenti al Bilancio di previsione.
La realizzazione della votazione sullo strumento finanziario, potrebbe sbloccare di fatto anche l’attività amministrativa, visto che allo stato attuale non vi sono fondi disponibili, se non prima verrà approvato il documento.

Leave a Response