Taormina Dopo la rapina milionaria in gioielleria gli imprenditori si sentono meno sicuri e chiedono la video-sorveglianza del centro storico

TAORMINA – Gli imprenditori taorminesi chiedono la video-sorveglianza del centro storico dopo la rapina da 800.000 euro effettuata l’altro ieri pomeriggio ai danni di una gioielleria del Corso Umberto. “Sicuramente non è il caso di fare allarmismi – ha spiegato il presidente di Imprenditori per Taormina, Franco Parisi – anche perchè speriamo si tratti di un caso sporadico. In ogni caso è necessario rivolgersi alle forze dell’ordine immediatamente per ogni movimento sospetto. Sia carabinieri che Polizia si sono dimostrati nel tempo disponibili e continueranno a farlo. Adesso urge, però, realizzare magari un sistema adeguato di video-sorveglianza”. Sulla stessa lunghezza d’onda di Parisi si è mostrato anche il presidente di Confindustria Alberghi, Sebastiano De Luca: “Sicuramente una rondine non fa primavera – ha detto De Luca – in ogni caso sarebbe opportuno, soprattutto, per quanto riguarda il centro storico, pensare ad un sistema di video-sorveglianza che possa essere da supporto ad eventuali indagini. Taormina rimane un’isola felice anche grazie all’azione delle forze dell’ordine”.

Leave a Response