Unione Comuni valli Ioniche e dei Peloritani, presentato progetto europeo per il volontariato e i giovani

 L’Unione dei Comuni delle Valli Joniche e dei Peloritani, che ha sede a «Villa Ragno» di Santa Teresa di Riva, ha  presentato all’Agenzia esecutiva per educazione, audiovisivi e cultura dell’Ue, un progetto (Rete europea per il volontariato e i giovani) finalizzato alla costituzione di una rete composta da Comuni di diversi Paesi europei. L’iniziativa è legata alla decisione della Commissione europea di proclamare il 2011 «Anno europeo delle attività di volontariato che promuovono la cittadinanza attiva». «Si comincerà – spiega il presidente dell’Unione dei Comuni, Antonio Di Ciuccio – il prossimo marzo e si andrà avanti per la durata di due anni, durante i quali sono previsti sette eventi di cinque giorni ciascuno, la cui sede sarà di volta in volta individuata presso un partner diverso. Il tutto si concluderà con una tre giorni nella cittadina del soggetto proponente». Sono parecchi i centri jonici dell’Unione dei Comuni che hanno formalizzato un gemellaggio: Roccafiorita con Antonovo (Bulgaria); Santa Teresa e Furci con due cittadine francesi, Fuveau e Octeville-Sur-Mer; Roccalumera con Pembroke (Malta). Antillo concretizzerà il gemellaggio con Crnomelj (Slovenia) entro l’inverno. Tutti saranno coinvolti negli eventi. «Nei quali – spiega Di Ciuccio – sarà sviluppato e approfondito il dibattito su un particolare aspetto del volontariato attraverso l’organizzazione di seminari destinati agli operatori del settore, che potranno così confrontarsi sulle buone pratiche testate nei rispettivi Paesi».
Il presidente dell’Unione ha ringraziato i progettisti «per il lavoro svolto che – ha specificato – se ottenesse l’approvazione dell’Unione Europea, potrebbe rappresentare un passo importante per la conoscenza reciproca delle diverse cittadinanze coinvolte, a favore dell’integrazione e della consapevolezza di cittadini europei».

 

Leave a Response