Scaletta. Assicurazione finanziaria pretende il pagamento delle rate per il furgone da un disperso dell’alluvione

E’ scomparso nell’alluvione dell’1 ottobre scorso a Scaletta Zanclea (Me) ma alla famiglia continuano ad arrivare ancora le rate da pagare per il furgone che aveva acquistato per lavoro. Lo segnala l’avvocato Simona Lenzo, legale della famiglia di Carmelo Ricciardello, tra i dispersi dell’alluvione. Ieri mattina il legale si e’ recato dal vice prefetto di Messina per segnalare il caso, spiegando che il finanziamento era corredato da copertura assicurativa in caso di decesso. L’avvocato ha inoltre spiegato che l’assicurazione e la finanziaria, invitate tramite raccomandata a sospendere gli addebiti, avvalendosi della copertura assicurativa, non hanno neanche risposto.
Va ricordato che ai dispersi non è stata ancora riconosciuta la morte presunta, così come già richiesto alle autorità competenti da alcuni familiari. Tra essi la moglie del macellaio di Scaletta Zanclea, Santi Bellomo, per il quale solo nei giorni scorsi è stata celebrata una messa di suffragio nella chiesa dedicata alla Madonna del Carmelo, alla quale ha partecipato una moltitudine di persone.

Leave a Response