Messina, Cisl Università e Csa Cisal chiedono chiarezza sulla rissa in sala parto al Policlinico: “Evitare di sparare nel mucchio”

MESSINA – “Vi deve essere chiarezza su quanto avvenuto nei giorni scorsi nel nostro Policlinico”. A chiederla sono Cisl Università e Csa della Cisal che ritengono quanto accaduto un evento inqualificabile. “Un evento – spiegano – che va verificato se abbia avuto ripercussioni o no sul trattamento sanitario di cui la paziente necessitava e conseguenzialmente sull’evoluzione delle sue condizioni cliniche”. “Chiarezza è dovuta a chi può avere subito un danno da tali eventi – continua la nota delle due sigle sindacali – chiarezza necessaria anche per la serenità di chi giornalmente svolge con dignità il proprio dovere e indispensabile per chi avrà la necessità di ricorrere in futuro ai servizi del nostro Policlinico”. Per Cisl Università e Csa della Cisal suscitano “perplessità le prese di posizione di chi, ancor prima di conoscere gli eventi spara nel mucchio indiscriminatamente, facendo sorgere il dubbio di assumere posizioni strumentali che non sono certamente volte a perseguire il bene di questa città e di chi in essa quotidianamente, e senza per questo assurgere agli onori della cronaca, svolge il proprio lavoro”. Per i sindacati bene hanno fatto gli organi preposti a intervenire immediatamente con provvedimenti duri dettati dalla gravità dei fatti e l’avvio di un’inchiesta interna volta a chiarire cosa sia avvenuto con precisione e chi abbia determinato con il suo comportamento il susseguirsi degli accadimenti. “Opportuno – concludono – l’intervento dell’Autorità Giudiziaria che verificherà gli eventi, farà emergere eventuali responsabilità e sanzionerà adeguatamente coloro che dovessero essere riconosciuti responsabili”.

Leave a Response