Tagli nella scuola. Panarello (Pd): “In provincia di Messina si perdono 1.560 posti di lavoro”

“I tagli previsti dalla riforma Gelmini sono pesanti in Sicilia, ma diventano insostenibili in provincia di Messina, dove in due anni si perdono 1.560 posti di lavoro fra personale docente e non docente. Serve un immediato cambio di rotta da parte di un governo nazionale che sta massacrando la nostra isola”. Lo dice Filippo Panarello, deputato regionale del PD, che stamane ha partecipato ad una manifestazione di precari della scuola di fronte la Prefettura di Messina.
“Ai circa 900 posti cancellati lo scorso anno – aggiunge – si aggiungono altri 600 tagli previsti quest’anno. Al di là delle ripercussioni sociali in una provincia già martoriata da un altissimo tasso di disoccupazione, si avranno gravi ripercussioni sul piano dell’offerta scolastica, particolarmente  complessa nel Messinese per via dei tanti piccoli comuni presenti nel territorio. Il PD – conclude Panarello – porterà avanti le proprie battaglie in tutte le sedi necessarie, per spingere il governo nazionale a rivedere un piano scellerato, destinato a creare disoccupazione e ad abbassare l’offerta formativa”.

Leave a Response