Giardini Naxos. Tre arresti per rissa. Ad avere la peggio un ciclista palermitano ricoverato all’ospedale “S. Vincenzo”

GIARDINI NAXOS. È di tre arresti il bilancio di una rissa scoppiata a Giardini Naxos per futili motivi. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale stazione, a scatenare la furibonda lite sarebbe stata una manovra pericolosa effettuata dal conducente di uno scooter, sul quale viaggiava anche una donna, nei confronti di un ciclista. Dalle parole, però, si è ben presto passati ai fatti. Ad avere la peggio è stato il ciclista, un 29enne originario di Cefalù (Palermo), Giovanni Ventimiglia, che ha riportato un trauma cranico con ferita lacero contusa frontale, escoriazioni diffuse e un trauma addominale. Ne avrà per quindici giorni. Meno gravi le condizioni dei due scooteristi. Salvatore Valenti, 30 anni di Catania, ha riportato solo alcune escoriazioni alla gamba sinistra. La sua convivente, Anna Maria Linguaglossa, 46 anni, sempre di Catania, è stata invece giudicata guaribile in cinque giorni dai sanitari del “S. Vincenzo” di Taormina, ospedale nel quale i tre sono stati trasportati prima che scattasse l’arresto. Il ciclista è stato ricoverato per ulteriori accertamenti nel reparto di medicina generale, mentre gli altri due, dopo le medicazioni, sono stati trasferiti nella camera di sicurezza della stazione di Giardini Naxos in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

Leave a Response