Nizza. Due manifestazioni nella stessa piazza, il Pd costretto ad annullare la seconda giornata della “Festa democratica”

NIZZA – Si chiude tra le polemiche la terza festa Democratica del Pd di Nizza di Sicilia a causa – spiegano gli organizzatori – del “comportamento scorretto del sindaco Di Tommaso, il quale ha concesso lo stesso spazio anche ad un’altra manifestazione nonostante il circolo del Pd fosse in possesso di regolare autorizzazione concessa dal Comandante dei Vigili Urbani e che le date del 21 e 22 fossero state concordate con l’Amministrazione comunale e con gli uffici comunali competenti”. Alla fine, con “grande senso di responsabilità” il Pd di Nizza ha cancellato la serata per “venire incontro alle centinaia di ragazzi e genitori che stavano affluendo a Nizza da tutta la Sicilia”.
“Il Partito Democratico – si legge in un comunicato – e non solo il circolo di Nizza di Sicilia, chiederà conto del comportamento del sindaco in tutte le sedi opportune, al fine di garantire la libertà di parola in un Comune ormai da troppo tempo amministrato da un solo uomo, il quale confonde la legittimazione democratica con il poter fare quello che vuole.
“C’è grande amarezza – ha commentato il coordinatore del Pd Francesco D’Amico – per il grave gesto anti-democratico del sindaco che ci vuole tappare la bocca. Ma il Pd continuerà il suo percorso politico, e si pone l’esigenza di costruire, insieme ai Consiglieri Comunali di minoranza, alle forze politiche e alle associazioni del nostro Comune ma specialmente insieme ai nostri concittadini, un progetto per un vero cambiamento a Nizza di Sicilia che dia vita, per il 2012, ad una alternativa serie e credibile a questa fallimentare Amministrazione comunale”.

Leave a Response