Taormina. Disservizi all’ufficio postale, protesta l’assessore al Turismo Italo Mennella

Mauro Romano

TAORMINA  – «L’ufficio postale varia l’orario di apertura che, anziché agevolare gli utenti, crea enormi disservizi». Lo sostiene l’assessore comunale al Turismo, Italo Mennella, che ha voluto sottolineare il problema proprio nel periodo di maggiore afflusso turistico in una lettera che sarà inviata ai vertici delle Poste per sensibilizzarli al problema.
L’ufficio postale di Taormina ha deciso, infatti, di modificare gli orari di apertura al pubblico, invece di aumentare le ore a disposizione, dal primo agosto gli sportelli sono chiusi tutti i pomeriggi e offrono un servizio unicamente fino alle 14, limitando così le possibilità di ogni utente.
«L’enorme paradosso – scrive Mennella – è che i servizi offerti dall’Ufficio postale creano disagi sia ai cittadini residenti che ai numerosi turisti. In un momento di grande crisi, quale oggi stiamo affrontando, dovremmo cercare di offrire il meglio in ogni settore, chi sceglie Taormina come località per le proprie vacanze non deve avere nessuna difficoltà nel poter usufruire nel pomeriggio dei servizi della città. Continuando a usare questo tipo di strategia non si fa altro che allontanare a causa di inefficienze, chi fortunatamente decide di venire a Taormina».
«E’ davvero inammissibile – prosegue l’assessore Mennella – riuscire ad accettare questo tipo di modifica dell’orario di apertura proprio durante il periodo estivo senza averlo né comunicato per tempo, né concordato con l’amministrazione pubblica. Ci sono, inoltre, mesi in cui la Città non ha così tanti turisti e se proprio bisogna ridurre l’orario di apertura lo si facesse d’inverno e non giornalmente, magari a giorni alterni, non creando notevoli disagi, come adesso. Faccio, infine, riferimento agli orari di apertura degli uffici postali di alcune località turistiche come Capri. Questi rimangono aperti anche il pomeriggio. Una nota di merito va a coloro che hanno deciso di offrire un servizio efficiente e continuo ai propri turisti oltre che ai residenti».
Si vedrà, se per questa parte conclusiva d’agosto, la protesta di Mennella avrà gli effetti sperati. Adesso, però, il servizio nel principale ufficio cittadino si svolge solo nelle ore più «marine», quelle in cui si va a effettuare solitamente il bagno.
Nelle ore meno calde tutto rimane serrato proprio nel momento clou della stagione turistica.

Leave a Response