Savoca. Annullata la festa di S. Lucia con la storica rappresentazione del martirio. Delusione tra residenti e turisti

Carmelo Caspanello

SAVOCA – La seconda domenica di agosto è per i savocesi il giorno più atteso dell’anno. Quello in cui si celebra la Patrona, S. Lucia. Festeggiamenti accompagnati dalla storica rappresentazione del martirio della giovane siracusana che richiama, nelle viuzze del borgo medievale, migliaia di persone, fra le quali una moltitudine di turisti. Non sarà così domani. La seconda domenica agostana del 2010 sarà un giorno come tutti gli altri. Non uscirà la Lucia vivente raffigurata da una bambina in candida veste bianca portata a spalla da un uomo; non ci sarà “u diavulazzu” a tentarla; non ci saranno i Giudei, i soldati romani in costume e le due vacche bardate con nastri e trainate dal popolo attraverso due funi. Tutti elementi della rievocazione storica del martirio di Lucia, che risale al 303, ad opera del governatore Pascasio. Ci saranno solo le messe. Il governatore della Confraternita, Giuseppe Casablanca, ha fatto sapere che è saltato tutto per “motivi di ordine organizzativo”. Non accadeva dal 1993. Non ci sarà nemmeno la processione del simulacro argenteo della santuzza. “La tradizione – spiega Casablanca – vuole così: quando non si fa la festa, la statua non esce”. I motivi dello stop sono due. “Innanzi tutto – evidenzia il governatore – servono fondi per la chiesa, che richiede una serie di interventi strutturali”. Il secondo, invece, è legato ad una riorganizzazione della rappresentazione: “A partire dal vestiario”, taglia corto Casablanca. “Negli ultimi anni – fa notare – vi erano tanti soldati romani e pochi giudei. E invece dovrebbe essere esattamente il contrario, solo per fare un esempio”. Segue poi un invito ai fedeli “affinché collaborino alle spese. Per ogni festa – conclude il governatore – servono circa 23 mila euro, a fronte di 10mila che ne raccogliamo”. Il parroco, padre Giuseppe D’Agostino, condivide la decisione di pensare agli interventi in chiesa. “Ma la processione – dice – almeno quella, si poteva anche fare”.

Leave a Response