Novara Sicilia. Frode all’Ue, denunciati due titolari di un’azienda agricola e 69 falsi braccianti

NOVARA DI SICILIA (Messina) – La Guardia di Finanza ha scoperto a Barcellona Pozzo di Gotto (Me) un sistema di frode ai danni del bilancio dello Stato e dell’Ue, realizzato da due fratelli di Novara di Sicilia, P.L. di 36 anni e P.C. di 35 anni, titolari di un’azienda agricola, operante anche nel settore dell’allevamento. I due sono stati denunciati per truffa finalizzata all’indebita percezione di erogazioni pubbliche, falso e truffa aggravata ai danni dell’Inps. Per quest’ultimo reato sono stati denunciati 69 falsi braccianti. Il danno erariale complessivo ammonta a quasi 476 mila euro, comprensivo dei contributi non versati dai datori di lavoro. Dalle indagini è emerso che i due avrebbero comunicato alle autorità competenti, cioè l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura e l’Inps, una falsa rappresentazione della situazione aziendale ricorrendo a diversi espedienti, proprio al fine di ottenere indebitamente erogazioni per la politica agricola e permettere ai falsi braccianti di percepire indennità a vario titolo.

Leave a Response