Nizza di Sicilia. Domenica l’inaugurazione del Museo risorgimentale nel nome del colonnello garibaldino nizzardo Giovanni Interdonato

NIZZA SICILIA (Messina) – Sarà inaugurato domenica prossima alle 18 il Museo del Risorgimento di Nizza di Sicilia, situato nell’antico Palazzo Parisi – De Luca, di recente acquistato dal Comune ionico e ristrutturato con un finanziamento regionale. La struttura, di inizio Ottocento, si trova sulla centralissima via Umberto I°.  Il tradizionale taglio del nastro inaugurale sarà preceduto da un convegno, il cui programma prevede, dopo i saluti del sindaco di Nizza di Sicilia, Giuseppe Di Tommaso, gli interventi del prof. Santi Fedele, ordinario di Storia contemporanea dell’Università di Messina, che parlerà di “Garibaldi in Sicilia: le premesse e i risultati”. L’arch. Domenico Costa, presidente dell’Archeoclub Area jonica relazionerà su “La spedizione dei Mille e il comprensorio jonico”, mentre lo storico locale  Ulderigo Diana traccerà un excursus storico de “I tredici anni di S. Ferdinando”, denominazione che successivamente venne cambiata nell’attuale  Nizza di Sicilia, in onore al paese natale di Giuseppe Garibaldi. Durante la spedizione dei Mille gli abitanti di Nizza di Sicilia si prodigarono molto per la causa del Risorgimento italiano e tra tutti si distinse in particolare il nizzardo colonnello garibaldino Giovanni Interdonato. Il prof. Piero Antonio Nicotina si soffermerà su “Letture siciliane del processo risorgimentale”. Coordina i lavori la giornalista Lucia Gabercsek. Concluderà Carlo Barbera con l’interpretazione della ballata “Giuvanni Interdunatu Colonnellu” scritta da Diana e musicata dallo stesso Barbera. L’inaugurazione del Museo del Risorgimento si inquadra nel contesto delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, iniziate lo scorso mese di maggio a Marsala e che si concluderanno il prossimo anno. Nella struttura sono esposti armi del periodo garibaldino, documenti originali dell’epoca ma soprattutto cimeli del colonnello Giovanni Interdonato, oggi proprietà dei suoi discendenti. Per ricordare l’evento è stato predisposto un Annullo Filatelico, che sarà a disposizione degli appassionati dalle 17 alle 23.

Leave a Response