Taormina. Operazione “Spiagge sicure”, un arresto per pirateria audiovisiva e tre denunce

TAORMINA – Intensificati, sulle spiagge della riviera jonica, i controlli dei carabinieri della Compagnia di Taormina al fine di reprimere la commercializzazione di prodotti con marchi contraffatti. Abbigliamento, accessori e materiale audio-visivo, i settori commerciali più colpiti dal particolare tipo di reato.
Ieri pomeriggio, intorno alle 17, una pattuglia della stazione carabinieri di Taormina, in servizio esterno lungo il tratto costiero della città del centauro, ha effettuato una verifica nei confronti di un cittadino senegalese che offriva le proprie mercanzie ai turisti che affollavano il litorale. Nel corso del controllo è emerso che il giovane di 19 anni, Lem Ciesse, trasportava nel proprio zaino oltre 575 tra dvd e cd privi contrassegno Siae. Stante la flagranza di reato, il giovane è stato dichiarato in arresto. Inoltre, essendo privo di permesso di soggiorno, il senegalese è stato segnalato all’autorità giudiziaria anche per la violazione della normativa sull’immigrazione.
Sempre i carabinieri della Compagnia di Taormina hanno denunciato un 28enne, residente nel catanese, per guida in stato di ebbrezza. Oltre alla denuncia, nella circostanza è scattato il ritiro della patente di guida, mentre il motociclo è stato sequestrato. Deferimento all’autorità giudiziaria anche per un 29enne, fermato alla guida del proprio mezzo che risultava essere sottoposto a confisca. Inoltre, un un 21enne è stato denunciato per porto abusivo di coltello. Infine, i carabinieri della motovedetta di stanza nel porto di Giardini Naxos hanno prestato soccorso ad un natante di proprietà di un commerciante palermitano che era rimasto in panne al largo della costa ionica per un’avaria al motore. Il mezzo è stato rimorchiato sino al porto di Giardini Naxos.

Leave a Response