S. Teresa. Avvicendamento tra Garufi e Lombardo in Giunta: è il quarto cambio in tre anni

S. TERESA – L’avvicendamento Garufi-Lombardo, ufficializzato martedì mattina con l’insediamento dell’ex vice sindaco di Forza d’Agrò, segna il quarto cambio di formazione nella Giunta del sindaco di Santa Teresa di Riva, Alberto Morabito. Una storia travagliata quella dell’Esecutivo santateresino, che già a pochi mesi dall’insediamento, avvenuto nel maggio del 2007, doveva registrare le inaspettate dimissioni dell’assessore designato Nino Santoro. Al suo posto, il 3 gennaio 2008, subentrava Carmelo Sturiale con il sindaco Morabito che parlava a denti stretti di avvicendamento non concordato. Lo stesso Sturiale, il 25 marzo dello stesso, si era poi dovuto dimettere, per alcuni mesi, per risolvere alcune vecchie pendenze giudiziarie. Ma l’avvicendamento più traumatico è stato quello tra l’indipendente Mimmo Allegra e Giuseppe Garufi, avvenuto nell’ottobre del 2008. Un cambio necessario per far spazio in Giunta ad un rappresentante dell’area brigugliana del Pdl che, nel frattempo, aveva raccolto in Consiglio le adesioni di Roberto Moschella, Filippo Miano e Salvatore Bucalo e dunque poteva creare qualche grattacapo alla maggioranza. Il povero Allegra invece di riferimenti in Consiglio non ne aveva, visto che il suo compagno di cordata, Carmelo Crisafulli, non era riuscito a farsi eleggere. E così si era dovuto fare da parte, nonostante tutti lo ritenessero un ottimo assessore. Indolore, invece, l’ingresso in Giunta dell’attuale assessore allo Sport e agli Spettacoli, Gianandrea Agnoni, che aveva preso il posto di Nat Puglisi. Una staffetta già fissata per metà legislatura e maturata dunque serenamente all’interno del gruppo del Pdl che fa riferimento all’on. Santi Formica. Così come sembrano essersi risolte senza ripercussioni le dimissioni di Giuseppe Garufi, presentate lunedì scorso al protocollo del municipio santateresino. “Troppi impegni”, ha spiegato Garufi, che recentemente è stato eletto nel Cda del Distretto Taormina-Etna.

Leave a Response