Forza d’Agrò, 34enne arrestato dai carabinieri per furto, ricettazione e danneggiamento

FORZA D’AGRO’ – Un giovane di 34 anni, Giuseppe Macrì, è stato arrestato dai carabinieri, a Forza d’Agrò, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare, emesso dal gip del tribunale di Messina per furto, ricettazione e danneggiamento. Il provvedimento scaturisce da una articolata e complessa attività di indagine condotta dai carabinieri della stazione di Forza D’Agrò che per gli aspetti di natura tecnica si sono avvalsi dell’ausilio del Ris di Messina. Nel periodo tra gennaio e marzo 2010, a Forza D’Agrò si erano verificati alcuni furti in private abitazioni ed uffici pubblici e sin da subito i carabinieri della locale stazione avevano avviato una attività di indagine per individuarne i responsabili. In tale contesto operativo, grazie alla pressante attività info-investigativa, ai molteplici servizi di appostamento notturni ed alle minuziose indagini, i carabinieri erano riusciti ad arrestare in flagranza di reato, lo scorso 22 marzo, Giuseppe Macrì, il quale, dopo essersi introdotto all’interno di un Istituto scolastico di quel centro, è stato sorpreso dai militari dell’Arma mentre tentava di forzare un distributore automatico per alimenti nel tentativo di impossessarsi delle monete in esso contenute. Intanto, nel proseguo delle attività finalizzate all’individuazione dei responsabili degli ulteriori furti perpetrati in quel centro, i carabinieri di Forza D’Agrò, che avevano nel frattempo inviato al Ris le tracce di ulteriori elementi acquisiti nel corso dei sopralluoghi, riuscivano, anche attraverso appostamenti e pedinamenti, a raccogliere ulteriori indizi, che facevano convergere l’attenzione proprio su Macrì.
Ed è proprio attraverso le risultanze emerse dalle indagini tecniche eseguite sui reperti dai carabinieri del Ris, ed attraverso il confronto delle impronte digitali, che sono emerse le responsabilità del 34enne.
Il gip di Messina, ha pienamente recepito ed accolto le risultanze investigative conseguite dai militari di Forza d’Agrò e e del Ris di Messina, emanando un provvedimento cautelare.
 

Leave a Response