Antillo. Brutta avventura per due messinesi smarritisi sui Nebrodi e poi individuati da un elicottero dei Cc

ANTILLO (Messina) – Si è conclusa positivamente nella tarda serata di ieri, la brutta avventura che ha visto protagonisti una coppia di giovani messinesi – un operatore del 118 ed una assistente sociale – che si erano smarriti sui monti Nebrodi, nell’area compresa tra i Comuni di Fondachelli Fantina ed Antillo. Il tutto ha avuto inizio quando i due a bordo di un’autovettura hanno perso l’orientamento inoltrandosi in una impervia strada di montagna senza uscita. Pare che la coppia si stesse recando dal comune di Fondachelli Fantina a quello di Antillo. Ad un certo punto però, probabilmente a causa della scarsa conoscenza del territorio, i due hanno deciso di imboccare una strada secondaria di montagna, dove sono rimasti bloccati. È stato a quel punto che, in preda al panico, i due hanno deciso di telefonare al Pronto intervento 112, mettendosi in contatto con l’operatore della Centrale della Compagnia carabinieri di Taormina che fatto scattare la macchina dei soccorsi. Sul posto venivano inviate diverse pattuglie tra cui anche quella dei carabinieri della caserma di Antillo, i cui uomini sono conoscitori dei luoghi. Mobilitato anche il personale del Corpo Forestale e un elicottero dell’Arma dei carabinieri di base a Catania. E’ proprio l’intervento dell’elicottero ha consentito di individuare che la coppia, successivamente raggiunto dalle pattuglie dei carabinieri e dal personale del Corpo forestale di Messina.

Leave a Response