Deroga alla chiusura serale dei locali pubblici, firmato alla Regione il decreto. A beneficiarne i Comuni a vocazione turistica

PALERMO – L’assessore regionale alle Attività Produttive, Marco Venturi, ha firmato il decreto di deroga, dal 1. giugno al 30 settembre, per gli orari di apertura e chiusura dei comuni turistici siciliani. “Con questo provvedimento l’amministrazione regionale stabilisce i territori, i comuni e le aree in cui gli esercizi commerciali potranno derogare ai tradizionali orari di apertura e chiusura – spiega Venturi -. Si tratta in particolare dei comuni ad economia prevalentemente turistica, le città d’arte e le zone con maggiore afflusso turistico. La deroga varrà per 171 amministrazioni”. Ecco i centri interessati.
Provincia di Messina: Alì Terme, Basicò, Capo D’Orlando, Castroreale, Falcone, Ficarra, Floresta, Forza D’Agrò, Francavilla Di Sicilia, Furci Siculo, Furnari, Giardini Naxos, Gioiosa Marea, Itala, Letojanni, Librizzi, Lipari, Malfa, Mandanici, Messina, Milazzo, Mistretta, Monforte San Giorgio, Mongiuffi Melia, Montalbano Elicona, Naso, Nizza Di Sicilia, Oliveri, Pace del Mela, Patti, Piraino, Roccavaldina, Roccalumera, Rodi Milici, Rometta, San Fratello, Santa Lucia del Mela, Santa Maria Salina, San Piero Patti, Sant’Alessio Siculo, Santa Teresa Riva, Santo Stefano di Camastra , Savoca, Scaletta Zanclea, Spadafora, Taormina, Terme Vigliatore, Tortorici, Tusa, Venetico, Villafranca Tirrena.

Leave a Response