Furci, al via oggi il monitoraggio della rete fognante colabrodo

FURCI – Rete fognante ai “raggi x”, per scongiurare nuove fuoriuscite di liquami sul lungomare e nella spiaggia adiacente. L’amministrazione comunale ha avviato una serie di interventi straordinari per liberare l’obsoleta condotta dalle occlusioni, causa di indecorosi quadretti e nauseabondi odori in pieno centro. Le operazioni sono state affidate ad una ditta di Messina e saranno seguiti dall’assessore alla Manutenzione, Carmelo Freni. I lavori saranno avviati oggi e, in prima battuta, riguarderanno la litoranea (circa 800 metri). La somma impegnata ammonta a quasi 8mila euro. “Molti danni – sottolinea il sindaco, Bruno Parisi –sono stati causati dalla sabbia. “Ma anche  dalle infiltrazioni di acqua piovana che dalle private abitazioni viene incanalata abusivamente nella condotta fognaria”. Il primo cittadino ha annunciato che ha già predisposto, attraverso l’ufficio tecnico, il monitoraggio di tali collegamenti “e, una volta accertati, saranno presi gli opportuni provvedimenti”. L’ultima volta, la fogna è esplosa all’altezza di via dell’Oriente, in pieno centro, appena un paio di mesi addietro. Ma è ancora vivo il ricordo di quanto accaduto lo scorso anno il giorno di Ferragosto, quando la spiaggia, lato nord, è stata rigata dai liquami e l’ex vice sindaco, Francesco Di Bella, ha dovuto firmare d’urgenza il divieto di balneazione. Le reazioni che ebbero cittadini e vacanzieri sono facilmente immaginabili. “Subito dopo – ricorda il sindaco Parisi – abbiamo sostituito il motore dell’impianto di sollevamento che spinge i liquami fino al depuratore consortile di Roccalumera. Quest’anno – conclude – ci siamo mossi per tempo per evitare che si registri qualsiasi tipo di disagio. Fattore indispensabile in una cittadina a vocazione turistica come la nostra”.

 

Leave a Response