Metanizzazione nella Jonica, lavori al via nel 2011 anche senza finanziamento pubblico

FIUMEDINISI. Ancora un piccolo ma importante passo verso la metanizzazione del comprensorio jonico. Si è infatti riunita l’assemblea del sindaci del bacino “Sicilia Jonico Peloritano” per la presa d’atto dell’esito della gara d’appalto per la realizzazione della rete di distribuzione. All’incontro, svoltosi nell’aula consiliare del municipio di Fiumedinisi hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni di Alì, Antillo, Fiumedinisi, Furci Siculo, Itala,  Mandanici, Nizza di Sicilia, Pagliara, Roccalumera, Sant’Alessio Siculo, Scaletta Zanclea e S. Teresa di Riva. Presenti inoltre il consulente Giuseppe De Lucia, e l’avv. Antonio Andò, legale del bacino. “Anche se non si può escludere la possibilità di un ricorso da parte della ditta seconda classificata, il Consorzio Simegas di Cefalù, nei confronti dell’aggiudicatario provvisorio, la Fin. Consorzio di Roma – ha dichiarato l’on. Cateno De Luca – il grande risultato è che oggi il nostro bacino vanta una graduatoria ormai consolidata. I piani economico-finanziari, presentati dai primi due classificati – ha aggiunto De Luca – sono molto vicini e testimoniano la piena fattibilità dell’opera. Adesso – ha concluso De Luca – ci sono tutte le condizioni affinché i lavori possano iniziare nei primi mesi del 2011, anche in assenza del finanziamento pubblico, che in ogni caso inciderà solo sulla durata della convenzione per la gestione della rete di distribuzione e non sulla realizzazione o meno dell’opera”.

Leave a Response