Nizza di Sicilia. Atti vandalici in piazza Interdonato, identificati e denunciati dai carabinieri 5 giovani nizzardi

NIZZA DI SICILIA – Per provare nuove sensazioni e trasgressioni, non hanno esitato a compiere nell’arco di una settimana, atti vandalici nella piazza col. Interdonato,  proprio accanto a palazzo del Municipio, dove sono state divelte oltre 100 mattonelle, che lastricavano un vialetto e un tratto adiacente al marciapiede.  Gli autori della ‘’bravata’’ sono cinque giovani, tutti maggiorenni, di Nizza che, in due riprese, si sono sbizzarriti a staccare le mattonelle per poi buttarle nelle aiuole. Il gruppetto di amici ha agito di notte ma a qualcuno della zona non è sfuggita la loro presenza. Due i raid teppistici denunciati e accertati dai carabinieri della caserma di Roccalumera, che hanno identificato gli autori a conclusione di alcuni appostamenti notturni effettuati dall’interno del Municipio da dove, attraverso una finestra, hanno avuto la possibilità di controllare la piazza. E qualche notte addietro, la pazienza certosina dei militari dell’Arma è stata premiata. I quattro ragazzi sicuri di poter agire indisturbati, hanno ripreso a staccare le piastrelle gettandole qua e là. Non hanno avuto però  il tempo per continuare l’opera di distruzione perché si sono visti piombare addosso il maresciallo dei carabinieri Santo Arcidiacono e i suoi uomini. E di fronte all’evidenza , ai ragazzi, tutti di buona famiglia, non è rimasto altro che accettare la ramanzina del sottufficiale. Qualcuno di loro, mortificato per quanto aveva fatto e per le inevitabili conseguenze penali, è scoppiato in lacrime. Dei responsabili della ”bravata” i carabinieri non hanno fornito i nomi ma in paese la loro identità è conosciuta a tutti. Una stupidata, comunque, che ha suscitato rabbia a Nizza di Sicilia. I danni provocati alla piazza, una delle più attrezzate e suggestive della cittadina, devono essere ancora quantificati.

Leave a Response