Scaletta. Si spacca il gruppo consiliare di minoranza e nasce ”Nuove prospettive”

SCALETTA ZANCLEA – La minoranza si divide in due. All’interno del Consiglio comunale è nato un altro gruppo, “Nuove prospettive per Scaletta”, composto da tre elementi: Giuseppe Meola, Mario Auditore e Gabriele Avigliani (designato capogruppo). Rimangono fuori l’ex capogruppo Francesco Grungo e il consigliere Agostino Raneri. “La scelta di creare un gruppo autonomo da quello della minoranza guidata da Francesco Grungo – spiega Avigliani – nasce dalle  vicende legate all’elezione di Agostino Raneri a consigliere delle Unione dei Comuni di Monte Scuderi”. L’Ente, per la cronaca, del quale fanno parte i Comuni di Scaletta e Itala. “Raneri – incalza Avigliani – si è insediato senza i voti del nostro gruppo ed ha avuto tutto il tempo di dimettersi e risolvere la questione. Inoltre non smentendo  tutto ciò che è stato scritto e detto sulla questione, ha sostanzialmente confermato di essersi prestato ad una sorta di inciucio con la maggioranza consiliare, che ha di fatto sfaldato  il gruppo di minoranza”. A ciò Avigliani aggiunge “la mancata presenza del capogruppo Francesco Grungo per motivi personali, che ha peggiorato la situazione. Di fatto non abbiamo avuto la possibilità di chiarire i motivi dell’inspiegabile decisione di Raneri». Il neo capogruppo ha illustrato le linee guida del nuovo percorso politico: “Puntiamo ad avvicinarsi in maniera più concreta alla cittadinanza scalettese. Abbiamo tra l’altro realizzato un blog su internet – sottolinea – dove sarà data la possibilità non solo di conoscere la nostra attività amministrativa, ma anche di segnalare contestualmente qualsiasi disservizio amministrativo e di formulare proposte da portare al civico consesso”. Avigliani ha infine annunciato che nei locali del circolo del Partito democratico di Via Roma, verranno organizzati mensilmente degli incontri “per
confrontarci con  la popolazione”. Nei prossimi giorni, intanto, il nuovo gruppo consiliare chiederà l’istituzione di una commissione consiliare chiamata ad occuparsi “della gestione dei fondi pro alluvione e del mancato avvio dei lavori di messa in sicurezza della statale 114 in località Capo Scaletta”. In merito ai lavori del Capo, va comunque detto che il sindaco, Mario Briguglio, ha annunciato, giovedì sera, l’inizio degli interventi di messa in sicurezza che dovrebbero concludersi entro l’estate.

Leave a Response