Roccalumera. Fogna nel torrente, Miasi: “Il problema riguarda Pagliara che sta già provvedendo”

ROCCALUMERA – Fogna a cielo aperto nelle adiacenze della stazione di pompaggio di liquami del Comune di Pagliara. I rivoli hanno solcato il letto del torrente all’altezza del campo di calcio. Sull’argomento è intervenuto il gruppo consiliare di minoranza di Roccalumera con una interrogazione al sindaco della stessa cittadina, Gianni Miasi, nella quale si evidenzia che “il fenomeno sta per interessare i pozzetti di ispezione dell’acquedotto roccalumerese, ubicati sotto l’alveo del torrente nell’area attraversata dai liquami”. Il consigliere Marco Maccarrone, primo firmatario del documento, ha sostenuto che si è “determinata una situazione di grave degrado ambientale destinato ad aumentare con l’approssimarsi della stagione estiva e con il relativo aumento delle temperature. Si profila un grave rischio di inquinamento delle falde acquifere – aggiunge Maccarrone – e dell’acquedotto comunale che, è bene ricordare, è stato realizzato nei primi anni 90 e quindi, a distanza di venti anni può essere a rischio di infiltrazioni. E’ quanto mai urgente, pertanto, intervenire per far cessare la fuoriuscita dei liquami e attivare, al contempo – conclude Maccarrone – tutti gli strumenti necessari per bonificare l’area interessata scongiurando il protrarsi dell’inquinamento delle falde acquifere e dell’acquedotto comunale. E’ altrettanto urgente disporre tutti i controlli necessari al fine di verificare la potabilità dell’acqua che scorre nel predetto acquedotto eliminando il grave pericolo per la salute e l’igiene pubblica”. Immediata la replica del sindaco, Gianni Miasi: “Il problema – precisa – riguarda intanto Pagliara e non il nostro Comune. Abbiamo subito allertato il primo cittadino di Pagliara, Santino Di Bella, il quale a sua volta ha tempestivamente predisposto i necessari lavori di somma urgenza per quanto venutasi a creare in seguito ad un guasto – prosegue Miasi – all’impianto di sollevamento. Il Comune di Roccalumera, quindi è assolutamente estraneo alla questione”. Miasi ribatte anche in merito alle preoccupazioni legate all’acquedotto di Roccalumera: “L’impianto – spiega il sindaco – è stato realizzato a regola d’arte pertanto non dovrebbero registrarsi infiltrazioni. Comunque, è ovvio che procederemo alle necessarie analisi a tutela della collettività”.

Leave a Response