Taormina. “Disabilità nella fascia jonica messinese”, convegno nella parrocchia S. Venera

TAORMINA – Venerdì 4 giugno, alle 18, nella sala riunioni della parrocchia S. Venera a Trappitello, sarà promosso un incontro con la cittadinanza del comprensorio avente come titolo: “La disabilità nella fascia jonica messinese: quali risposte?”, nell’ambito del programma di iniziative volte alla sensibilizzazione della società civile in merito alle problematiche relative alla disabilità.
L’iniziativa, organizzata dall’associazione “Carpediem Onlus” con il patrocinio della Provincia regionale, ha l’obiettivo di suggerire soluzioni concrete sulle tematiche in discussione, ponendo le esperienze a confronto e ricercando un percorso che veda il disabile non come un problema, bensì come una valida opportunità di crescita per l’intero territorio.
Il problema della disabilità, infatti, riveste grande importanza nel panorama socio-culturale, non potendo esistere una società civile se non ci si occupa dei bisogni e delle necessità delle persone diversamente abili.
L’evento vedrà coinvolti tutti i soggetti che, a vario titolo, gravitano intorno alla disabilità: genitori, educatori, terapisti esperti in neuropsichiatria infantile.
Al meeting parteciperanno: il sindaco di Taormina, Mauro Passalacqua; l’assessore provinciale alla Cultura, Mario D’Agostino; l’assessore provinciale ai Servizi sociali, Pio Amadeo; il consigliere provinciale, Lalla Parisi; il presidente dell’Associazione “L’albero di Andrea”, Giovanni Panebianco; il presidente dell’A.I.A.S. sezione di Taormina, Marcello De Vita; il presidente della “Caritas diocesana” di Messina, padre Gaetano Tripodo; padre Antonino Tricomi della chiesa S.Venera di Trappitello e le associazioni di settore.
L’Associazione “Carpediem Onlus” nasce nel 2008 dallo spirito solidale di genitori e parenti di giovani affetti da sindromi autistiche e disturbi generalizzati dello sviluppo ed intende proporre nel territorio taorminese e jonico, una serie di iniziative e progetti formativi ed assistenziali a favore degli associati e della comunità, senza alcuno scopo di lucro, con risorse proprie e di terzi benefattori quali Enti locali, aziende, fondazioni, privati.

Leave a Response