Taormina. Distretto turistico, Mario Bolognari: ”Il sindaco Passalacqua bersaglio di una ignobile campagna denigratoria”

TAORMINA – Il presidente del distretto Taormina-Etna, Mario Bolognari, risponde per le rime alla polemiche di questi giorni. E’ la prima volta che Bolognari interviene in maniera così forte su una questione che sta animando gli ambienti politici locali e dopo una sua riconferma. «Va accolto con soddisfazione – ha affermato Bolognari – l’improvviso e recentissimo interesse per i distretti turistici mostrato da parte di alcuni ambienti politici messinesi. Costoro, infatti, in cinque anni, da quando è in vigore la legge che li ha istituiti, si sono distinti per un totale disinteresse. Noi del distretto Taormina-Etna abbiamo un ulteriore motivo di soddisfazione, perché l’attenzione di costoro, che somiglia di più a un’agitazione da tarantolati, proprio e soltanto su di noi, è un fatto del tutto nuovo. Quando il distretto lo abbiamo fatto veramente negli ultimi tre anni, ci siamo trovati in difficoltà con la burocrazia regionale e nazionale, la politica messinese era assente e silenziosa.
Alcuni politici si ricordano adesso e solo adesso, che ci sono delle prerogative provinciali. Questo logoro slogan sulle appartenenze provinciali sembra una pezza con la quale si vuole coprire il buco di un’incapacità politica e amministrativa che i cittadini della riviera jonica e della Valle dell’Alcantara conoscono bene». Bolognari, inoltre, è convinto che in Sicilia si corre il rischio di affossare le cose buone e coloro che hanno l’unica colpa di averle fatte. «Ho anche l’obbligo – aggiunge Bolognari – di esprimere la mia solidarietà verso il sindaco di Taormina, Mauro Passalacqua, divenuto bersaglio di un’ignobile campagna denigratoria che deve essere respinta dai cittadini di Taormina, al di là degli schieramenti politici di maggioranza e di opposizione. L’unità e l’identità della città – conclude Bolognari – appartiene a tutti».

Leave a Response