Provincia. Approvato tra le polemiche il Piano triennale delle opere pubbliche

MESSINA – Il Consiglio provinciale con 17 voti favorevoli e un astenuto ha dato il via libera, ieri mattina, al Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2009/2011. Per giungere alla sofferta approvazione ci sono voluti più di 4 mesi, visto che il Ptop era stato trasmesso all’Aula lo scorso 31 dicembre. Ventisette i consiglieri che non hanno partecipato al voto. Tra questi Giuseppe Lombardo, che aveva presentato ben 20 emendamenti, tutti bocciati. “Non l’ho votato – spiega Lombardo – perché a mio avviso questo Piano esporrà la Provincia a numerosi contenziosi, a causa dell’esclusione di opere per le quali erano stati affidati incarichi professionali per centinaia di migliaia di euro. Un esempio su tutti: la Castroreale-Mandanici. I 20 emendamenti che avevo presentato – continua Lombardo – erano finalizzati a correggere un piano raffazzonato. Tra l’altro, il responsabile del procedimento, l’ing. Francesco Celi, non mi ha neppure fornito chiarimenti sui suoi pareri, a mio avviso decisamente sbagliati. Tra le altre cose – continua Lombardo – proponevo di non escludere il progetto per il completamento del Palazzetto dello Sport di Savoca, per non esporci nei confronti dei progettisti, e di modificare le priorità di posizione per la variante alla Sp28 Alì Terme-Alì, per la messa in sicurezza e protezione dalla caduta massi della Sp23/bis Misserio, Misitano, Rimiti e per i lavori di adeguamento e messa in sicurezza delle Sp11 e Sp12 nei Comuni di Mongiuffi, Gallodoro, Roccafiorita e Limina”.

Leave a Response