Giardini. Docenti universitari a confronto su nuove terapie del sistema nervoso

MESSINA –  Approfondimenti sui più recenti metodi di indagine e relazioni su innovative terapie farmacologiche per lo studio del sistema nervoso vegetativo, con decine di docenti di livello internazionale. Questo e molto altro è il 12° Congresso della “European Federation of Autonomic Societies” (EFAS), che si svolgerà dal 12 al 15 maggio 2010 al Russott Hotel di Giardini-Naxos.
Il convegno è organizzato dal prof. Giuseppe Vita, direttore del Dipartimento di Neuroscienze, Scienze psichiatriche ed Anestesiologiche dell’Università di Messina e presidente della Associazione italiana per lo Studio del Sistema Nervoso Vegetativo. Il gruppo coordinato dal prof. Vita presta la sua attività presso il Centro per lo studio del sistema nervoso vegetativo dell’AOU Policlinico di Messina, che rappresenta un polo di eccellenza e un punto di riferimento in Italia e in Europa.
L’EFAS riunisce specialisti di diverse discipline quali neurologi, internisti, diabetologi, nefrologi, urologi, gastroenterologi e cardiologi, interessati agli aspetti fisiopatologici delle malattie del sistema nervoso vegetativo ed al loro trattamento. I disturbi vegetativi consistono in sincopi, ipotensione ortostatica, disturbi della sudorazione, della motilità gastrointestinale e disturbi sfinterici e possono comparire in corso di polineuropatie, malattia di Parkinson e parkinsonismi, diabete ed altre malattie metaboliche.
L’interessamento del sistema vegetativo può costituire una causa importante di morbilità e mortalità ed una diagnosi precoce ed il trattamento dei disturbi possono migliorare la qualità della vita e la prognosi dei pazienti affetti da queste patologie.

Leave a Response