A18 pericolosa, il Codacons chiede incontro con Anas, polizia stradale e Consorzio autostrade

Nel caos del primo Maggio, con traffico da bollino rosso, il Consorzio per le Autostrade Siciliane, nel tentativo di rendere il traffico più scorrevole, ha eliminato l’indispensabile deviazione di corsia sull’autostrada A18 Messina-Catania, al km.52+950, per un tratto di barriera di sicurezza abbattuta ed ancora a distanza di tempo non ripristinata. “In questo modo – spiega il Codacons in una nota – è però solo aumentato a dismisura il rischio di incidenti, visto che il  delicato compito di trattenere i veicoli in carreggiata, in caso di sinistri, è stato affidato al  nastro colorato con cui di solito si delimitano le zone di lavoro”. Altra novità riscontrata dagli ispettori del Codacons è stata l’eliminazione della segnaletica di deviazione di corsia al km. 59+970, carreggiata Messina-Catania all’altezza dello svincolo di Giarre. Per poterlo fare sarebbe stato necessario ripristinare le travi del sottovia Giarre-Santa Venerina, miglioria che non è ancora stata apportata. I tecnici del Codacons fanno inoltre rilevare che sono comunque rimasti ben visibili i segnali di preavviso delle deviazioni rimosse, fatto questo assolutamente idoneo a ingenerare incertezza nell’utenza accrescendo il coefficiente di rischio per la circolazione. Visto dunque l’elevato pericolo per gli automobilisti, secondo gli esperti si rende indispensabile a questo punto la chiusura al traffico della tratta autostradale A18 o quantomeno un suo declassamento cui normalmente corrisponde un abbassamento del costo del pedaggio. Per il Codacons il costo del pedaggio dovrebbe addirittura essere azzerato in attesa della realizzazione delle più volte annunciate opere di riqualificazione della tratta e a questo riguardo è stata richiesta una riunione urgente con i vertici di Anas, Polizia Stradale, Cas ed Ente autostradale, per cercare di trovare una soluzione al problema.

Leave a Response