Ars. un freno alle “pensioni d’oro” e no alla privatizzazione dell’acqua

PALERMO – Stop alle pensioni d’oro ai dipendenti della Regione siciliana. L’Ars ha approvato questo pomeriggio l’articolo 40 della finanziaria, attualmente in discussione a sala d’Ercole, che fissa a 250 mila euro lordi l’importo massimo per le “retribuzioni poste a base di calcolo dei trattamenti di pensione a carico della Regione”.
Con 53 voti a favore e 25 contrari, l’Assemblea regionale siciliana ha inoltre approvato, a scrutinio segreto, l’articolo 50 della finanziaria regionale, che prevede il ritorno alla gestione pubblica dell’acqua in Sicilia. Una norma che è stata proposta dal Pd.

Entro stasera dovranno essere approvati tutti gli articoli della Finanziaria regionale, altrimenti si rischia lo scioglimento dell’assemblea.

Leave a Response