Regione Sicilia. Bilancio di previsione ”ingabbiato” da centinaia di emendamenti. I lavori d’Aula aggiornati a domani

PALERMO – Il confronto sul bilancio di previsione della Regione per l’esercizio finanziario in corso si è ancora sviluppato all’Assemblea regionale, alla cui presidenza si sono alternati il vice presidente vicario Santi Formica e il presidente Francesco Cascio, sui settori connessi all’articolo due del documento contabile.
In particolare sono stati discussi numerosi emendamenti presentati da deputati di tutti i gruppi parlamentari tendenti ad apportare delle modifiche alle rubriche dei beni culturali, la famiglia, l’energia, le autonomie locali e la funzione pubblica.
Particolarmente vivace è stato il dibattito nella parte che ha riguardato le norme in sostegno degli ispettori del lavoro.
È intervenuto il presidente Cascio il quale, nel rivolgere un appello ai deputati a ristabilire un clima di serenità, ha anticipato di mezz’ora la sospensione dei lavori, chiudendoli alle 21,30 invece che alle 22, e rinviandoli a domani, mercoledì 28 alle ore 9,30, auspicando che “possano riprendere con un passo diverso”, tenuto conto della mole di emendamenti che restano ancora da discutere, non solo rispetto al bilancio ma anche riguardo alla finanziaria.

Leave a Response