Messina. ”Operazione stangata”, nuovo provvedimento di custodia cautelare per tre catanesi

MESSINA – Il Gip del Tribunale di Catania ha emesso un nuovo provvedimento di custodia caututelare nei confronti dei tre catanesi ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo etneo fino all’agosto 2007. A finire nuovamente in manette i catanesi Filippo Abramo, 44 anni, Giuseppe e Roberto Cuscani, 32 e 27 anni, già arrestati all’alba del sette aprile, nell’ambito dell’operazione “Stangata”.
L’ordinanza di custodia cautelare, firmata dal Gip del tribunale di Catania, Oscar Biondi, è stata eseguita nella mattinata odierna dai carabinieri di Messina in collaborazione con quelli di Catania, che hanno notificato ai tre il nuovo provvedimento custodiale presso le carceri di Catania Piazza-Lanza. Secondo quanto riportato nel provvedimento, i fratelli Cuscani e Abramo, associandosi tra loro e con l’aggravante di essere i promotori dell’organizzazione, avrebbero costituito una struttura illecita finalizzata al recupero ed alla successiva cessione a terzi di cocaina, eroina e marijuana, per ingenti quantitativi. I tre, sempre secondo quanto riportato nel capo di accusa, avrebbero altresì impartito le direttive agli associati, individuato le fonti di approvvigionamento dello stupefacente, provvedendo anche al suo confezionamento, e stabilito, tra l’altro, prezzi e luoghi di vendita della droga.

Leave a Response