Messina. Conclusa la ”Settimana della sicurezza” con la simulazione d’emergenza sismica e di protezione civile

MESSINA – Si è conclusa la “Settimana della Sicurezza”, l’esercitazione di emergenza sismica e protezione civile organizzata dal Comune di Messina che ha visto i volontari della Croce rossa italiana operare in sinergia con le istituzioni, gli enti e le associazioni della città dello Stretto.
Il Comitato provinciale di Messina, grazie all’impulso della dottoressa Francesca Stagno d’Alcontres, nella settimana dal 19 al 23 aprile 2010, ha messo in campo le proprie unità intervenendo nelle molteplici simulazioni programmate. Coordinati dal tenente Vincenzo Muscatello, ufficiale del Corpo militare della Croce rossa iaaliana e delegato di Protezione civile, hanno operato complessivamente circa sessanta volontari (“Volontari del Soccorso”, “Corpo Militare”, “Corpo delle Infermiere volontarie”, “Pionieri”, “Donatori Sangue”). Allo scoppiare dell’emergenza è stata attivata la sala operativa presso la sede del Comitato, in stretto collegamento con il personale CRI presente presso il Centro coordinamento soccorsi in Prefettura e il Centro operativo comunale. Sul terreno sono intervenuti un Nucleo di Valutazione su automezzo da ricognizione, due pulmini per i trasporti, quattro ambulanze per le operazioni di soccorso ed è stato allestito un Punto medicoa avanzato per la prima sostanziale stabilizzazione dei feriti.
Nell’ambito della gestione sanitaria dell’emergenza le componenti del Comitato Provinciale si sono distinte per professionalità e competenza. Rilevante il ruolo dei “Volontari del soccorso” che, sotto la guida della dottoressa Grazia Costa, hanno preso parte alle diverse prove di evacuazione nelle scuole, negli edifici pubblici e nelle unità navali. Considerevole, inoltre, l’intervento delle componenti storiche della Croce rossa italiana: il Corpo militare, agli ordini del Tenente Vincenzo Muscatello, e il Corpo delle infermiere volontarie, con a capo l’Ispettrice Marisa De Luca, oltre alle attività precipue sia nelle strutture di comando e controllo che nell’ambito delle simulazioni, hanno garantito il sostegno sanitario (posto di primo soccorso sotto tenda ed ambulanza) all’importante attività posta in essere dagli assetti specialistici del genio guastatori della Brigata meccanizzata “Aosta” che, il 22 aprile, hanno garantito il ripristino della viabilità in località Torrente Pace mediante la posa in opera di un ponte metallico MGB.
I militi del Corpo Militare, in stretta collaborazione con nuclei di “Pionieri” e “Volontari del Soccorso”, hanno assicurato, altresì, il necessario supporto logistico alla struttura organizzativa posta in essere dalla Croce Rossa Italiana durante le varie fasi dell’esercitazione.
Il comitato provinciale di Messina della Cri, una realtà della città dello Stretto, nel 2010 ha già schierato la “Cittadella della salute”, a Tortorici il 31 gennaio e Villafranca Tirrena il 21 marzo, partecipato alla seconda edizione della “Notte della Cultura”, il 13 febbraio, con una serie di iniziative volte a riscoprire la storia della Croce rossa nella città di Messina e condotto nei giorni 7 e 14 marzo l’attività di “Monitoraggio della Salute” nel capoluogo peloritano.

 

Leave a Response