Taormina Arte, Passalacqua: “Pronti a presentare il calendario”. Mercoledì vertice a Palermo sulla Fondazione

Giuseppe Monaco

TAORMINA – Secondo il presidente del comitato organizzatore di TaoArte e sindaco di Taormina, Mauro Passalacqua, è solo questione di giorni. “Di pochi giorni, pochissimi. Siamo ormai pronti e, nella prossima settimana, saremo nelle condizioni di lanciare il programma della manifestazione per la stagione 2010”. Questo vuol dire che la situazione finanziaria che tormenta la vita della grande kermesse si sarebbe normalizzata. “E’ stato trovato un accordo anche –dice il sindaco- sul calendario delle manifestazioni dei privati che hanno chiesto l’uso del Teatro Antico. L’ultima riunione svoltasi negli uffici della Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Messina, ha portato ad un’intesa. Questo vuol dire che prestissimo sarà possibile pubblicizzare l’intero cartellone”. Un cartellone che, stando alle indicazioni dell’assessorato regionale ai BBCC, dovrebbe essere basato solo su spettacoli di assoluto valore culturale. Tornando a Taormina Arte, al momento, non si sa su quali fondi il Comitato potrà contare. In ballo, per ciò che riguarda la Regione Siciliana, ci sono ancora la previsione di finanziamento nella bozza di bilancio (fissata su 1.820.000 euro) e la soluzione proposta dall’assessore al Turismo, Nino Strano (che ha presentato un emendamento al bilancio regionale per riportare il tutto ai livelli dello scorso anno, vale a dire a 3.300.000 euro). Nonostante tutto, Passalacqua è ottimista. Pare sicuro che TaoArte potrà disporre di tutti i soldi necessari per lanciare, promuovere e gestire una grande stagione di spettacoli. Da intendere che potrebbero arrivare soldi dal Ministero della Cultura ed anche da una serie di sponsor privati. “I nostri programmi –dichiara- sono praticamente definiti. Ora si tratta solo di pensare alla presentazione ufficiale in maniera tale da consentire, anche, il lancio in campo turistico”. Evidentemente, Taormina conta molto, con il pieno avallo della Regione, sugli spettacoli estivi e su una TaoArte “di qualità” per tentare di attirare significativi  segmenti del mercato turistico internazione e nazionale. “Siamo in ritardo, è vero, ma –continua- crediamo di avere le carte in regola per recuperare”. Un ottimismo quello del primo cittadino basato, si crede, sul fatto che, nei prossimi giorni, esattamente mercoledì 28 aprile, l’intero Comitato (sindaco di Taormina e sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, e presidente della Provincia regionale Nanni Ricevuto) incontrerà l’assessore Strano per cercare di definire la vicenda legata alla creazione della Fondazione. Per quel giorno, inoltre, l’Assemblea regionale dovrebbe aver chiuso la vicenda che riguarda il bilancio. Da tenere in conto che se il bilancio non sarà approvato entro venerdì 30 aprile tutto diventerà veramente problematico: il rischio, più che concreto anzi sicuro perché previsto dalle leggi regionali, è che si arrivi allo scioglimento dell’Assemblea Regionale. “Certo tutto è in itinere ma –conclude Passalacqua – siamo ottimisti”. Pare, insomma, che il sindaco sia riuscito a mettere tutti i tasselli a posto a conclusione di una serie di incontri avuti con i vertici dell’assessorato regionale al Turismo e, direttamente, con il governatore Lombardo. “Mi risulta –precisa il primo cittadino- che diversi parlamentari regionali, di vari partiti, hanno chiesto il ripristino del vecchio contributo regionale”. Un’osservazione che potrebbe servire a dimostrare che esiste una convergenza politica che dovrebbe consentire l’approvazione della soluzione proposta da Strano.

Leave a Response