Messina. Università, Tar del Lazio sospende licenziamenti di ricercatori e assisenti di ruolo

MESSINA – Il Tar del Lazio, ha accolto la sospensiva chiesta dai ricercatori e dagli assistenti ordinari di ruolo in servizio all’Università di Messina, nei cui confronti è stato adottato un provvedimento di risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro, dall’1 luglio prossimo, in relazione al raggiungimento dell’anzianità massima contributiva. Il ricorso, presentato dall¿avvocato Salvatore Librizzi, si fondava su numerose censure concernenti sia la violazione di elementari norme sul procedimento amministrativo, sia sul merito dei  provvedimenti. I ricorrenti, in particolare, hanno contestato che il licenziamento sia avvenuto senza tenere in alcun conto le esigenze didattiche, scientifiche ed assistenziali dell’Ateneo e del Policlinico, ma solo per mere esigenze di bilancio.

Leave a Response