Taormina. Violava il sistema informatico del Comune, arrestato un addetto alle pulizie

TAORMINA – Un uomo di 45 anni, Angelo Nicita, è stato arrestato dalla Polizia con le accuse di frode informatica, detenzione di materiale pedopornografico e armi. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori del commissariato di Taormina, l’uomo, sfruttando il suo lavoro di addetto alla pulizie, entrava negli uffici del Municipio quando erano vuoti e forzava il sistema informatico, acquisendo atti riservati. Nella sua abitazione, durante una perquisizione, è stato trovato materiale informatico copiato dal sistema del Comune di Taormina. Recuperati anche file contenenti materiale pedopornografico e sequestrati due coltelli di genere vietato e un fucile non denunciato. In possesso dell’uomo sono stati trovati anche numerosi programmi utilizzati dagli hacker per avere accesso a sistemi informatici. Dopo l’arresto, Nicita è stato scarcerato dalla magistratura che gli ha intimato l’obbligo di firma in attesa del processo per direttissima che si terrà il prossimo 30 aprile.

Leave a Response