S. Teresa Riva. Istituzione di consulte comunali per coinvolgere i cittadini nelle scelte dell’amministrazione cittadina

S. TERESA DI RIVA – Un nuovo strumento di partecipazione democratica sarà presto a disposizione delle associazioni e dei cittadini. L’Amministrazione comunale di Santa Teresa ha, infatti, deciso di istituire le consulte comunali. L’iter è già stato avviato e, proprio nei giorni scorsi, è stato compiuto un ulteriore passo in questa direzione con la creazione di un Albo delle associazioni senza scopo di lucro che operano sul territorio comunale.
Le domande di iscrizione dovranno pervenire al protocollo del Municipio entro il prossimo 31 maggio. Si tratta di un atto propedeutico e indispensabile – fanno sapere dal Comune – per partecipare al processo istitutivo delle consulte. Lo riporta l’articolo 3 dell’apposito regolamento, con il quale viene stabilita la partecipazione in ogni consulta di cinque componenti nominati delle associazioni competenti per materia. Le Consulte si occuperanno di: «Sport e politiche giovanili»; «Territorio e ambiente», «Pari opportunità»; «Anziani».
Ogni consulta sarà costituita da nove componenti. Tre saranno eletti dal Consiglio comunale (uno di questi in rappresentanza della minoranza consiliare), uno sarà nominato dal sindaco e cinque, come detto, dalle associazioni. Ogni associazione può indicare un solo componente per ogni consulta a cui ha diritto a partecipare. Possono far parte delle consulte tutti i cittadini maggiorenni e che siano residenti a Santa Teresa.
La partecipazione alle consulte avverrà a titolo gratuito ed è esclusa qualsiasi remunerazione, anche sotto forma di rimborso spese. Le attività saranno finanziate dall’Amministrazione comunale. «Le consulte – ha spiegato il vice presidente del Consiglio comunale, David Trimarchi – avranno una funzione propositiva e consultiva nei confronti dell’amministrazione cittadina. Avevamo annunciato la loro istituzione nel programma elettorale e non abbiamo disatteso quanto promesso».

 

 

Leave a Response